Come crescere su Instagram senza spendere un centesimo

Come crescere su Instagram senza spendere un centesimo

In questo articolo andremo ad approfondire alcune delle tecniche per far crescere la propria pagina su Instagram, rigorosamente senza investimento. Non esiste una formula magica, ma esistono delle tecniche affermate utilizzate ogni giorno da privati ed aziende. Prima di cominciare, è doveroso fare due distinzioni: crescita organica e crescita sponsorizzata.

Cos'è la crescita organica?

La crescita organica su Instagram consiste in una crescita naturale della pagina tramite metodi che non richiedono investimenti. Di solito, la crescita organica è l'opzione migliore per pagine affermate, che godono già di un pubblico interessato ai loro contenuti ed una reputazione solida. Alcune delle tecniche più gettonate per la crescita organica sono le seguenti:

  • Pubblicazione frequente dei contenuti
  • Utilizzo degli hashtags su Instagram
  • Scambio di pubblicità con altre pagine
  • Utilizzo delle storie su Instagram
  • Follow and unfollow di profili Instagram
  • Interazione con i followers della pagina
  • Creazione di concorsi e giveaway

Probabilmente, sei già a conoscenza di una o più delle tecniche appena elencate. Nonostante ciò, ti consigliamo di proseguire con la lettura dell'articolo, poiché andremo ad approfondire ognuna delle opzioni appena elencate in maniera unica. Per crescere su Instagram tramite una tecnica non è necessario attingere al portafoglio, ma è richiesto uno sforzo ed un dispendio di tempo giornaliero.

Cos'è la crescita sponsorizzata?

La crescita sponsorizzata su Instagram consiste in alcuni investimenti effettuati dentro e fuori alla piattaforma. Le nuove pagine, o le pagine con un piccolo pubblico, possono trarre beneficio da questo tipo di crescita per costruire una reputazione e raccogliere un pubblico potenzialmente interessato ai contenuti.

L'ideale è usufruire di entrambi i tipi di crescita contemporaneamente, possibilmente con l'ausilio di un freelancer, un'agenzia oppure un collaboratore. Alcuni dei metodi per crescere su Instagram che richiedono un investimento sono i seguenti:

  • Fare pubblicità su Facebook ed Instagram
  • Comprare pubblicità da pagine Instagram
  • Acquisto di followers su Instagram
  • Creazione di concorsi e giveaway
  • Collaborazione con Influencers

Per quanto ovvie, alcune di queste soluzioni consentono di raggiungere un pubblico molto ampio, senza investire budget importanti. Se desideri approfondire questi metodi, ti invitiamo a continuare a leggere il nostro articolo sulla crescita sponsorizzata all'interno di Instagram. Di solito, questi metodi di crescita non richiedono un grande dispendio di tempo, almeno per quanto riguarda pagine Instagram di piccole dimensioni.

Come crescere in modo organico

1. Pubblicazione frequente dei contenuti

Instagram premia le pagine attive che pubblicano contenuti di qualità. La qualità non è l'unico fattore da prendere in considerazione: la quantità, infatti, gioca un ruolo molto importante nel posizionamento dei contenuti su Instagram. Per assurdo, le pagine che postano frequentemente (una o due volte al giorno) contenuti di bassa-media qualità, hanno più probabilità di "entare nei radar" dell'algoritmo Instagram rispetto alle pagine che pubblicano contenuti di qualità sporadicamente (una o due volte al mese).

Postare contenuti di frequente, possibilmente con una frequenza minima di 3 volte alla settimana, è essenziale per costruire il cosidetto "momentum", ovvero il fattore che ci aiuta ad esporre i contenuti Instagram ad un pubblico che va oltre quello dei nostri followers (tramite la sezione Scopri/Esplora, indicata nell'applicazione dall'icona di una lente d'ingrandimento) ed assicura che ogni nuovo post raggiunga tutti i followers della pagina, piuttosto che essere penalizzato e, di conseguenza, nascosto ad una percentuale del pubblico su Instagram.

Una persona che conosce bene il funziomento del momentum è Dain Walker (@dainwalker), esperto in marketing e web design, che ha condiviso il suo "esperimento" dei 90 giorni. In questi 90 giorni, Dain ha pubblicato quotidianamente contenuti di alta qualità per la sua pagina, ed ha notato un'enorme crescita di followers, mi piace e visualizzazioni intorno al 90° giorno.

In poche parole, non esiste una formula magica per crescere su Instagram, ma la dedizione quotiana porta sicuramente dei risultati tangibili, che variano in base al contenuto ed alla tipologia della pagina. Non scoraggiarti se la tua pagina dedicata alle auto d'epoca non ha un grande pubblico, perché si tratta di un argomento di nicchia che, molto probabilmente, non raggiungerà mai il grande pubblico e non raggiungerà mai i numeri di Tesla, Ferrari e Mercedes.

2. Utilizzo degli hashtags

Per quanto questa possa sembrare un'altra banalità, utilizzare gli hashtags è fondamentale per costruire un pubblico nelle nuove pagine non affermate. Instagram consente agli utenti di pubblicare fino a 30 hastags su ogni nuovo post. Non è necessario pubblicare un grande numero di hashtags, poiché si rischia di "diliuire" il potenziale di ognuno di essi.

Per spiegarlo in parole semplici, utilizzare 10 hashtags mirati è sempre meglio che utilizzare 30 hashtags diretti ad un pubblico non interessato ai contenuti della pagina. Esistono hashtags che consentono di ottenere una risposta immediata e qualche followers, ma nessuno di questi sarà una persona realmente interessata ai contenuti della pagina e/o ai prodotti che vengono pubblicizzati su Instagram. Alcuni di questi hastags sono #follow4follow, #follow4like #follow4followback #followback.

Utilizzare gli hashtags più popolari (quelli che hanno il maggior numero di post) non è sempre la scelta migliore. Coloro che offrono prodotti di nicchia e si rivolgono ad un pubblico molto mirato, trarranno beneficio da "piccoli" hashtags che vengono utilizzati da una stretta cerchia di persone. Un esempio pratico è quello di un fotografo che pubblica le proprie foto su Instagram: utilizzare l'hashtag #sunset per la foto di un tramonto sarà meno utile che utilizzare #beautifulsunset o #tramonto.

Nel primo caso, con l'hashtag "#sunset", ogni foto entrerà in competizione con altre migliaia di fotografie che vengono pubblicate ogni giorno utilizzando lo stesso hashtag. Nel secondo caso, con l'hashtag "#beautifulsunset", la competizione sarà inferiore ed ogni post avrà più possibilità di entrare nei "più popolari", la categoria dedicata alle foto con un determinato hashtag che hanno più likes e commenti. Nel terzo caso, con l'hashtag "#tramonto", il fotografo sarà esposto ad un pubblico quasi esclusivamente italiano, aumentando le possibilità di entrare nei post più popolari.

Per comprendere al meglio il funzionamento degli hashtags, invitiamo i lettori a cliccarne uno qualsiasi e, successivamente, cliccare la scritta "recenti". In quanti cliccano questa scritta, rispetto a coloro che si limitano a guardare i post più popolari? Non sono disponibili statistiche a riguardo, ma la differenza è indubbiamente immensa. Per questa ragione è meglio focalizzarsi su hashtags di nicchia, che hanno un minor numero di post, piuttosto che fare il contrario.

3. Scambio di pubblicità con altre pagine

Come suggerisce il titolo, lo scambio di pubblicità funziona solo nel caso in cui i nostri contenuti sono esposti a pagine che trattano argomenti simili e, di conseguenza, pagine che hanno un pubblico potenzialmente interessato alla nostra pagina. Per usufruire di questa tecnica, è necessario avere un pubblico già affermato su Instagram.

Viene naturale pensare che una pagina con 50mila followers difficilmente accetterà lo scambio di pubblicità con una pagina che ha 2mila seguaci. Il discorso cambia nel caso in cui l'intenzione è quella di comprare pubblicità dalle altre pagina, piuttosto che scambiarla. Andiamo ad approfondire questo argomento in un articolo dedicato alla crescita sponsorizzata delle pagine su Instagram.

Lo scambio di pubblicità consiste nei cosiddetti "shoutouts", che possono avere diverse forme. La forma più comune consiste nel taggare la pagina interessata nella foto e nella descrizione di un post, inserendo una frase catchy come "per altri contenuti come questo visita @esempio". Ovviamente la frase dev'essere adattata al contenuto della pagina, per il fotografo di cui parlavamo nell'esempio precedente, l'ideale sarebbe utilizzare una frase come "un nuovo tramonto ogni giorno su @esempio". Per una pagina dedicata a memes, umorismo e contenuti simili, la frase ideale sarà "segui @esempio per la tua dose quotidiana di risate".

Siate creativi ed ingegnosi, evitate di cadere nelle ripetizioni e contenuti di bassa qualità per non perdere il pubblico che hanno ottenuto sullla vostra pagina. A nessuno piacciono le pagine piene di pubblicità, indipendentente dal tipo e dalla qualità della stessa. Utilizzate questa tecnica con moderazione, poiché l'eccesso andrà quasi sicuramente a vostro svantaggio.

4. Utilizzo delle storie nella pagina Instagram

Le storie sono uno strumento da non sottovalutare. In quanti sanno che è possibile inserire degli hashtag prima di pubblicare una storia su Instagram? In quanto sanno che le storie che contengono uno o più hastags vengono mostrate ad un pubblico che va oltre quello dei followers della pagina? In quanti sanno che alcune storie vengono mostrate nella sezione Esplora di Instagram?

La risposta a tutte queste domande è "molti", ma non "tutti". Non tutte le aziende su Instagram utilizzano le storie, per fare un passo avanti rispetto alla concorrenza c'è una sola cosa da fare: ciò che gli altri non fanno. Utilizzate almeno un hashtag in ogni storia e, se preferite, nascondetelo spostandolo fuori dallo schermo.

Per dominare il mondo delle storie servono 3 cose fondamentali: qualità, contenuto e costanza. Coloro che raggiungono questi criteri sono destinati a crescere su Instagram utilizzando esclusivamente le loro storie. Non allungate e non dilungatevi, il tempo per catturare l'attenzione di un potenziale follower è estremamente limitato, quindi siate sintetici.

5. Follow ed unfollow di altri profili Instagram

Per quanto questa tecnica possa essere considerata scorretta, il funzionamento è quasi assicurato. Recatevi in una pagina concorrente e date un'occhiata ai loro followers. Dopo aver escluso tutti coloro che non hanno un'immagine del profilo, cominciate a seguirne alcuni.

Non esiste un limite alla persone che potete seguire, ma Instagram potrebbe limitare temporaneamente il vostro account nel caso in cui vengano seguite troppe persone nella stessa giornata. Il nostro consiglio è di seguire 50 pagine al giorno per i primi 3 giorni, poi 100, 150 e così via. L'ideale è fermarsi prima di raggiungere la limitazione imposta da Instagram.

Si tratta di un processo molto dispendioso in termini di tempo, ma è possibile automatizzare il tutto con i giusti strumenti. Esistono una miriade di applicazioni, gratuite e non, che consentono di automatizzare il processo di follow/unfollow.

I "lati negativi" di questi ed altri strumenti sono la conoscenza limitata dell'utente che li utilizza ed i potenziali rischi dovuti all'abuso di questi strumenti. Per ogni account è necessario un proxy di alta qualità ed è importante seguire una serie di accorgimenti per assicurarsi che nessun account venga chiuso o penalizzato per l'utilizzo di automazioni.

Vi consigliamo di continuare a seguire i profili per almeno 5 giorni prima di rimuovere il follow, in alternativa sperimentate e trovate i vostri tempi ideali! Come accennato prima, non esitono equazioni nè formule magiche per riscuotere successo su Instagram.

6. Interagire con i propri followers su Instagram

Pratica fondamentale ed estremamente sottovalutata è l'interazione con i followers sulla propria pagina Instagram. Create dei post che stimolano l'interazione degli utenti che seguono la vostra pagina, ad esempio inserendo una domanda nella descrizione del post oppure una richiesta di commentare con la propria nazionalità, la propria emoji preferita ecc.

Non siate forzati e non siate fuorvianti, non ha senso chiedere ai followers qual è la loro emoji preferita quando si parla di business. Rivolgetevi al vostro pubblico nel rispetto dell'età e della provenienza sociale, senza forzare i rapporti e le interazioni che avvengono all'interno della pagina.

Bastano piccoli accorgimenti per garantirsi una buona posizione su Instagram semplicemente interagendo con i propri followers. Mettete mi piace ai commenti e rispondete, anche quando si tratta di post particolarmente vecchi. I risultati arriveranno a tempo debito, siate pazienti e rispondete alle interazioni con altre interazioni per assicurarvi un buon risultato.

7. Creazione di giveaway e concorsi nella pagina

Ultimo, ma non ultimo consiglio, è quello di creare dei concorsi all'interno della pagina. Prima di fare ciò, è necessario costruire un piccolo pubblico per assicurarvi un numero decente di partecipanti. Non hai abbastanza followers? Chiedi ad una pagina più grande di condividere il concorso e, se i premi sono interessanti, sarai sorpreso da quanti sono gli interessati.

Esistono letteralmente centinaia di strumenti dedicata a concorsi e giveaway, ma è possibile farne a meno, quindi non andremo ad approfondire l'argomento in questo articolo. Scegli bene i premi, perché il successo di questa operazione dipende quasi esclusivamente dai premi in palio. Ecco alcuni esempi che possono darti un'idea e l'ispirazione per un possibile concorso:

Hai una pagina dedicata alle offerte sui viaggi? Offri un volo andata e ritorno per due persone. Hai una pagina dedicata alla tecnologia? Offri l'ultimo modello di iPhone disponibile nel mercato. Hai una pagina dedicata al gaming? Offri una console oppure un set di mouse e tastiera al vincitore. Hai una pagina dedicata al tuo servizio? Offri 6 mesi di servizio gratuito al fortunato vincitore. E così via.

Chiedi ai partecipanti di seguirti e taggare 3 amici, in questo modo 500 partecipanti possono portare 1500 persone potenzialmente interessate alla tua pagina. Per ottenere il medesimo risultato utilizzando la pubblicità di Instagram, il costo sarà circa 3-5 volte superiore a quello del premio.

Altri consigli utili

1. Imposta il profilo Instagram come "pubblico"

Sono in molti a credere che impostando il profilo come privato si ottengano più followers: niente di più sbagliato. Questa tecnica può funzionare con alcuni, ma nella maggior parte dei casi l'ideale è impostare il profilo come pubblico in modo da massimizzare l'esposizione dei contenuti su Instagram e, soprattutto, raggiungere persone che non seguono la tua pagina.

L'eccezione alla regola vale per le pagine che pubblicano contenuti di carattere umoristico, come ad esempio memes. In questi casi le persone andranno a condividere regolarmente i contenuti della pagina, condividendoli con i propri contatti. Se la pagina è privata, coloro che hanno ricevuto il post da un amico dovranno necessariamente seguire la pagina per visualizzarlo.

2. Tagga persone e pagine inerenti al contenuto

Indossi abiti particolari nel tuo post? Tagga i vari brand e le compagnie di abbigliamento ed accessori che stai indossando. Utilizzi un determinato prodotto? Tagga il produttore nella foto e magari in futuro sarà lui a farti della pubblicità gratuita o inviarti prodotti.

Taggando delle pagine nella prima foto del post andrai a creare una pubblicità non invasiva che ti farà entrare nei radar delle varie aziende con cui hai intenzione di collaborare. Vuoi portare le cose al livello successivo? Tagga una pagina nelle tue storie ed apparirai in una sezione dedicata delle notifiche, in altre parole avrai una visibilità di gran lunga maggiore.

3. Inserire la località/posizione nelle foto

Sapevi che su Instagram è possibile cercare le foto in base al luogo? Inserisci sempre la posizione quando disponibile, anche quando non si tratta di una foto scattata all'aperto. In questo modo andrai ad aggiungere un nuovo tassello nella tua scalata su Instagram, aprendoti ad un nuovo pubblico e potenziali nuovi followers.

Conclusione

Spero che vi sia piaciuto questo articolo, nel prossimo andremo ad approfondire la crescita sponsorizzata su Instagram e diverse tecniche che utilizzeremo per differenziarci dalla concorrenza o, più semplicemente, dalla massa. Hai dei suggerimenti che vorresti aggiungere a questo articolo? Invia una mail all'indirizzo info@incrementisocial.it ed il nostro team esaminerà ogni richiesta. Le tecniche elencate in questo articolo derivano dalla mia esperienza e da quella dei miei clienti, ogni suggerimento è stato ampiamente testato prima di essere pubblicato.